Avvocato Gianna Pichierri a Montevarchi

Gianna Pichierri

Avvocato civilista

About     Contatti






Ottenuto il riconoscimento della legittimità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo

Trib. Firenze, Ord. n. 1872/20

Sentenza giudiziaria:

Nella causa intrapresa dall'ex dipendente per impugnazione del licenziamento ritenuto illegittimo in quanto discriminatorio il Giudice, all'esito del giudizio, ha riconosciuto la sussistenza del giustificato motivo oggettivo alla base del licenziamento intimato dal datore di lavoro da me rappresentato.


Avv. Gianna Pichierri - Avvocato civilista

Sono Gianna Pichierri avvocato civilista. Ho conseguito la Laurea presso l'Università degli Studi di Firenze e il diploma di specialista per le professioni legali. Il Percorso di studi effettuato e l'esperienza professionale acquisita negli anni mi ha consentito una formazione specifica in materia di diritto civile in generale: contratti (vendita, locazione, appalto ecc..) diritti reali, della persona e della famiglia (separazioni, divorzi, affidamento di minori ecc..), della responsabilità civile e del recupero forzato del credito; e del diritto del lavoro (impugnazione licenziamento, sanzioni disciplinari, mobbing ecc...)




Gianna Pichierri

Esperienza


Diritto del lavoro

Il diritto del lavoro è la materia a cui ho sempre rivolto particolare attenzione fin dagli studi universitari conseguendo la laurea in diritto della previdenza sociale e successivo diploma di specialista in professioni legali, con tesi in diritto del lavoro, e stage formativo presso il Tribunale di Firenze Sezione Lavoro. Ho seguito varie questioni, da l'impugnazione di licenziamenti a vessazioni sul posto di lavoro, rappresentando in sede stragiudiziale e giudiziale sia il lavoratore che il datore di lavoro.


Separazione

Ho seguito vari casi di separazioni, dalle questioni più semplici a quelle più complesse con importante esperienza acquisita sul campo.


Incidenti stradali

Il mio studio si occupa altresì di incidenti stradali con esperienza nell'ambito di risarcimento danni, micro e macro permanenti, sia nei confronti delle varie compagnie di assicurazioni coinvolte che del soggetto responsabile del sinistro. Purtroppo molto spesso da un sinistro stradale scaturiscono danni importanti o perdite inestimabili e ritengo personalmente fondamentale fornire un adeguato supporto legale anche mediante la collaborazione con figure professionali quali medico-legale e periti.


Altre categorie:

Diritto civile, Divorzio, Diritto assicurativo, Recupero crediti, Mobbing, Licenziamento, Pignoramento, Incapacità giuridica, Contratti, Locazioni, Diritto di famiglia, Eredità e successioni, Unioni civili, Matrimonio, Affidamento, Tutela dei minori, Diritto commerciale e societario, Sicurezza ed infortuni sul lavoro, Previdenza, Sfratto, Diritto dei trasporti terrestri, Multe e contravvenzioni, Tutela del consumatore, Malasanità e responsabilità medica, Tutela degli anziani, Mediazione, Negoziazione assistita


Referenze

Titolo professionale

Diploma di specialista in professioni legali

Università degli Studi di Firenze - 7/2009

Il diploma di specialista in professioni legali è un diploma post universitario che viene conseguito dopo un percorso di studi di durata biennale. Il conseguimento del titolo permette di poter accedere al concorso per magistrato ordinario, avente natura di concorso di secondo livello, precluso ai semplici laureati in giurisprudenza. Nel corso del biennio ho potuto effettuare uno stage formativo con il Presidente della Sezione Lavoro del Tribunale di Firenze ed ho conseguito il relativo diploma di specialista in professioni legali con tesi in diritto del lavoro.

Sentenza giudiziaria

Ottenuto Annullamento verbale accertamento per violazione dell'art. 190, 1 co codice della strada

Sentenza n°3672/2019 del 26/03/2020, Giudice di Pace Firenze

Il mio assistito veniva investito mentre si trovava a transitare a piedi, fuori dal centro abitato, su una carreggiata a due sensi di marcia mentre camminava sul margine destro, cioè secondo il senso del veicolo anziché sul margine sinistro in senso opposto a quello di marcia così come dispone l'art. 190, 1 co. del CdS, venendo urtato sul braccio sinistro dallo specchietto destro di un motociclo che sopraggiungeva rimanendo così coinvolto in un sinistro stradale. Orbene interveniva sul luogo la Polizia Municipale che redigeva relativo verbale d'intervento accertando la violazione a carico del pedone dell'art. 190 CdS con conseguente sanzione pecuniaria. Stante l'accertamento di responsabilità a carico del pedone mio assistito la compagnia di assicurazioni del motociclo negava il risarcimento del danno. Si procedeva quindi ad impugnare il verbale di accertamento mediante ricorso al Giudice di Pace competente a cui seguiva sentenza di accoglimento avendo la scrivente dimostrato in giudizio come il ricorrente si sia trovato a commettere la violazione contestata senza sua colpa, bensì obbligato dallo stato dei luoghi ivi presenti, con consequenziale illegittimità del verbale impugnato. L'annullamento del provvedimento opposto ha permesso, altresì, di ottenere il risarcimento dei danni subiti dal pedone dalla compagnia di assicurazione del motociclo.

Sentenza giudiziaria

Ottenuto affidamento esclusivo del figlio minore in favore della madre con condanna del padre al pagamento di assegno di mantenimento in favore dei figli e della moglie

Sentenza Trib. Arezzo del 05/02/2020 n. 137/2020

La cliente mi rappresenta un matrimonio molto burrascoso per responsabilità del marito. Lei che si dedica da sempre alla cura dei figli difronte al totale disinteresse del padre. L'abbandono del tetto coniugale da parte del marito che si trasferisce improvvisamente all'estero intraprendendo una nuova relazione extra coniugale e una nuova attività lavorativa lasciando in Italia la moglie disoccupata un figlio minorenne con grave disabilità ed una figlia maggiorenne ma non economicamente autosufficienti. A seguito dell'attività giudiziale posta in essere in maniera attenta e scrupolosa sono riuscita ad ottenere un esito favorevole del ricorso con affidamento esclusivo del figlio minore affetto da disabilità in favore della madre che potrà adottare le decisioni di maggiore interesse relative al figlio, condanna del resistente al pagamento di un assegno di mantenimento nei confronti della moglie, del figlio minore e della figlia maggiorenne ma non economicamente autosufficiente.

Leggi altre referenze (3)

Lo studio

Gianna Pichierri
Via F. Cataliotti N. 16
Montevarchi (AR)

Contatti:

Telefono WhatsApp Email

Per informazioni e richieste

Contatta l'avv. Pichierri:

Contatta l'avv. Pichierri per sottoporre il tuo caso:

Nome e cognome:
Città:
Email:
Telefono:
Descrivi la tua richiesta:
Telefono WhatsApp Email

Accetto l’informativa sulla privacy ed il trattamento dati

Telefono Email Chat
IUSTLAB

Il portale giuridico al servizio del cittadino ed in linea con il codice deontologico forense.
© Copyright IUSTLAB - Tutti i diritti riservati
Privacy e cookie policy