Andrea Scella

Andrea Scella

Avvocato penalista, patrocinante dinnanzi alle giurisdizioni superiori


Informazioni generali

Il prof. avv. Andrea Scella svolge attività giudiziale e di consulenza in ambito penale, con particolare attenzione alla materia societaria e fallimentare, alla responsabilità degli enti da reato (d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231), ai reati tributari, alle violazioni edilizie e urbanistiche, al diritto dell'ambiente e alla responsabilità del medico. Consolidati rapporti con specialisti di altri settori del sistema giuridico permettono di affrontare al meglio anche questioni interdisciplinari. Riceve, su appuntamento, a Genova, Savona, Verona e Udine.

Esperienza


Diritto penale

Professore ordinario di diritto processuale penale nell'Università degli studi di Udine. Svolge attività giudiziale e di consulenza in ambito penale, con particolare attenzione alla materia societaria e fallimentare, alla responsabilità degli enti da reato (d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231), ai reati tributari, alle violazioni edilizie e urbanistiche, al diritto dell'ambiente e alla responsabilità del medico. Consolidati rapporti con specialisti di altri settori del sistema giuridico permettono di affrontare al meglio anche questioni interdisciplinari.


Altre categorie:

Reati contro il patrimonio, Edilizia ed urbanistica, Diritto ambientale


Referenze

Pubblicazione legale

Il vaglio d'inammissibilità dei ricorsi per cassazione

Giappichelli, Torino, 2006.

Sono evidenti le ragioni per le quali va senz'altro condivisa la scena d'istituire un organo chiamato a rendere possibile una definizione delle impugnazioni male proposte: data la necessità di fronteggiare un numero di ricorsi sempre più alto, è bene che la nostra Cassazione, al pari di ogni altra Corte suprema, si veda riconosciute adeguate chances di "autodifesa". È innegabile che l'attività della sezione-filtro ha contribuito a restituire efficienza al funzionamento del supremo collegio: lo si comprende non appena si osserva che nel settore penale i tempi medi di durata dei giudizi di cassazione sono divenuti inferiori a quelli propri del settore civile. Ma è appunto la produttività della VII sezione a far temere che nel procedimento volto all'accertamento preliminare dell'inammissibilità dei ricorsi non vi sia spazio né per un'effettiva tutela del diritto al contraddittorio né per un congruo esame dell'atto d'impugnazione. Di qui l'interesse per un'analisi che aiuti a capire sino a quale punto sia possibile comprimere le garanzie processuali in vista del buon funzionamento di un meccanismo ideato per sgravare la Cassazione della mole dei ricorsi inammissibili, a tutto vantaggio di una migliore trattazione dei ricorsi davvero meritevoli di esame.

Intervista pubblica

Basterà un clic per diventare vittima del "Grande Fratello"

La Stampa, edizione nazionale - 2/2020

Intervista ad Andrea Scella, professore ordinario di procedura penale all'Università degli Studi di Udine

Pubblicazione legale

Prove penali e inutilizzabilità. Uno studio introduttivo.

Giappichelli, Torino, 2000.

Monografia sul regime giuridico delle prove acquisite in violazione dei divieti stabiliti della legge.

Lo studio

Andrea Scella
Via Paleocapa 21a/10
Savona (SV)

Contatti:

telefono WhatsApp email

Per informazioni e richieste

Contatta l'avv. Scella:

Contatta l'avv. Scella per sottoporre il tuo caso:

Nome e cognome:
Città:
Email:
Telefono:
Descrivi la tua richiesta:
telefono WhatsApp email

Accetto l’informativa sulla privacy ed il trattamento dati

IUSTLAB

Il portale giuridico al servizio del cittadino ed in linea con il codice deontologico forense.
© Copyright IUSTLAB - Tutti i diritti riservati
Privacy e cookie policy