Avvocato Luca Viapiano a Bologna

Luca Viapiano

Avvocato trasporto aereo bologna separazioni divorzi


Informazioni generali

Avvocato in Bologna punto di riferimento per i consumatori e per gli agenti di viaggio da oltre 15 anni esperto in diritto della navigazione aerea, per quanto riguarda cancellazioni voli, ritardi, perdita bagagli imbarcati, voucher non rimborsati. avvocato viapiano

Esperienza


Diritto aeronautico

Esperto a livello nazionale, collaboro con istituzioni legate al turismo, nell'interesse dei singoli viaggiatori. Punto di riferimento per i colleghi avvocati, tutelo unicamente i viaggiatori che hanno subito disguidi nel trasporto aereo (ritardi, cancellazione voli, perdita e danneggiamento bagagli). Molto conosciuto dai legali delle compagnie aeree, mi adopero per i diritti del passeggero al risarcimento del danno. avvocato luca viapiano a bologna


Diritto assicurativo

Sono stato difensore di società assicuratrici per oltre 10 anni, prima di tutelare i singoli consumatori In caso di incidente stradale collabora con i migliori esperti, tecnici e medici


Diritto di famiglia

La assistenza ai coniugi che hanno deciso di separarsi e divorziare è centrata sull'aspetto empatico / relazionale, volto a diminuire la conflittualità, soprattutto nell'interesse dei figli minori. Assisto i coniugi in tutta Italia


Altre categorie:

Diritto del turismo, Divorzio, Separazione, Diritto civile, Eredità e successioni, Diritto bancario e finanziario, Investimenti, Diritto dei trasporti terrestri, Incidenti stradali, Tutela del consumatore, Arbitrato, Gratuito patrocinio, Matrimonio, Tutela dei minori, Diritto internazionale ed europeo, Immigrazione e cittadinanza, Edilizia ed urbanistica, Locazioni, Sfratto, Multe e contravvenzioni, Malasanità e responsabilità medica, Diritto agrario, Industria dell'intrattenimento, Cassazione.



Referenze

Sentenza giudiziaria

Ryanair condannata severamente

Sentenza 792/2021 gdp bologna

La sentenza riguarda il rifiuto a rimborsare il biglietto Ryanair Il mancato rimborso è stato opposto dalla compagnia aerea Ryanair nonostante la istituzione della "zona rossa". Ryanair condannata per lite temeraria e sentenza pubblicata sul Sole 24 Ore e Resto del Carlino Bologna

Intervista pubblica

Malpensa in zona rossa ma rimborso negato. Ryanar condannata per 27 euro

Malpensa 24 - 1/2021

Come avrebbe potuto salire su un aereo Malpensa-Palermo il 7 novembre scorso una passeggera se tutta la Lombardia era in zona rossa e dunque era in vigore il divieto di uscire dal territorio regionale? Impossibile, senza infrangere la legge. Per questo motivo il giudice di pace di Bologna ha condannato Ryanair al rimborso della somma spesa per il biglietto. Sul Sole24Ore Si tratta di ben 27,98 euro, a cui si aggiungono le spese legali quantificate in 70 euro. Ma non solo. Il giudice ha condannato la compagnia low cost, operativa negli ultimi mesi a Malpensa in particolare per i collegamenti verso il Sud Italia – a procedere a proprie spese alla pubblicazione dell’estratto della sentenza sul quotidiano bolognese “Il Resto del Carlino” e sul “Sole24Ore”, dove è effettivamente apparsa questa mattina. Era una delle richieste avanzate dall’avvocato della passeggera, Luca Viapiano, specializzato in diritto della navigazione, con particolare riguardo al trasporto aereo. «Si tratta di una delle primissime sentenze di questo tipo», dice. Una decisione che crea un precedente.

Pubblicazione legale

Pacchetti turistici

Pubblicato su IUSTLAB

1. Ho acquistato un pacchetto turistico ma sono costretto a rinunciare, quali sono i miei diritti? Nel caso in cui il viaggiatore sia impossibilitato a partire per espresso provvedimento dell’autorità o perché si trova in quarantena con sorveglianza attiva ovvero in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva, e debba quindi rinunciare al viaggio, può recedere dal contratto di pacchetto turistico: l’organizzatore può offrire al viaggiatore un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente, superiore o inferiore con restituzione della differenza di prezzo in denaro, può erogare un rimborso in denaro oppure può emettere un voucher (da utilizzare entro 18 mesi dall’emissione) di importo pari al rimborso spettante. È l’organizzatore a poter scegliere tra pacchetto sostitutivo, rimborso in denaro o voucher. In quanto tempo riceverò il rimborso/voucher? In primo luogo è necessario comunicare all’organizzatore la propria impossibilità a viaggiare; tale comunicazione dovrà essere effettuata entro 30 giorni dalla cessazione della causa impeditiva, allegando il contratto di pacchetto. Il vettore dovrà procedere all’emissione del voucher entro 14 giorni dalla comunicazione o al rimborso entro 30 giorni dalla stessa. 2. Ho acquistato un pacchetto turistico ma l’agenzia/organizzatore lo ha cancellato a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Quali sono i miei diritti? Se è l’organizzatore a cancellare/annullare il pacchetto, si ha diritto al rimborso o ad un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente o superiore o inferiore con restituzione della differenza di prezzo in denaro oppure ad un voucher (da utilizzare entro 18 mesi dall’emissione); la scelta è rimessa all’organizzatore. La legge 27/2020 prevede infatti che il voucher assolve gli obblighi di rimborso e non richiede alcuna forma di accettazione da parte del destinatario. In quanto tempo riceverò il rimborso/voucher dall’agenzia? Il voucher dovrà essere emesso entro 14 giorni dalla comunicazione dell’annullamento e comunque non oltre 60 giorni dalla data prevista per l’inizio del viaggio. 3. Ho rinunciato al pacchetto turistico che avevo prenotato; il tour operator ha deciso di emettere un voucher per il prezzo della vacanza, ma io non ho ancora saldato il conto per intero. Devo per forza pagare tutto, prima di ricevere il voucher? No; il viaggiatore non è tenuto a procedere al saldo ed ha diritto alla restituzione delle somme già corrisposte. Se hai versato un acconto pari al 15% del prezzo totale del pacchetto e ricevi un voucher, l’importo del voucher dovrà essere pari al 15% del costo totale del pacchetto. 4. Ho prenotato un pacchetto turistico presso un tour operator con sede in un altro paese dell’UE ma a causa del divieto italiano di mettersi in viaggio, non sono potuto partire. Ho comunque diritto al rimborso/buono? Riteniamo che in questo caso i cittadini italiani abbiano diritto al rimborso in quanto il divieto di mettersi in viaggio/divieto di ingresso in un Paese, costituiscano una circostanza eccezionale non imputabile al viaggiatore che rende impossibile usufruire della prestazione. 5. Ho prenotato un pacchetto turistico per dicembre; posso recedere gratuitamente? E‘ possibile cancellare gratuitamente soltanto viaggi relativamente ai quali si configura un’impossibilità sopravvenuta perché ci si trova in quarantena con sorveglianza attiva ovvero in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva o a causa di espressi provvedimenti adottati dalle competenti autorità. A dicembre tale possibilità sarà effettiva solo se si verificano gli impedimenti suddetti o se i divieti attualmente vigenti nei paesi di destinazione saranno prorogati fino a comprendere le rispettive date di partenza o soggiorno. Nel caso in cui non intervenga alcun impedimento sanitario o misura restrittiva tale da influire sull’esecuzione del pacchetto, l’eventuale recesso sarà regolato dalle condizioni contrattuali accettate al momento dell’acquisto e il viaggiatore sarà tenuto al pagamento di una penale se prevista dalle condizioni e nelle modalità indicate nelle stesse. 6. Ho prenotato un pacchetto turistico con partenza alla fine di dicembre e per il quale ho versato solo un acconto. Ora l’organizzatore mi chiede di pagare il saldo - posso rifiutarmi di pagare? Se attualmente il viaggio risulta possibile, il pagamento del saldo andrebbe effettuato perché a ciò si è contrattualmente tenuti. Data l’incertezza della situazione ed il suo continuo evolversi, consigliamo di contattare l’organizzatore per iscritto e verificare la possibilità di poter posticipare il pagamento del saldo. 7. Per quali servizi e prenotazioni posso utilizzare il voucher? Il voucher può essere emesso e utilizzato anche per acquistare servizi resi da un altro operatore appartenente allo stesso gruppo societario. La prenotazione dovrà essere effettuata prima della scadenza, anche per servizi da utilizzare successivamente alla stessa. Ciò vuol dire che se il voucher scadrà il 1 dicembre 2021, potrete utilizzarlo anche per un volo da effettuarsi il 25 dicembre 2021, purché la prenotazione avvenga entro il 1 dicembre 2021. 8. Cosa accade se non usufruisco del voucher entro il termine di 18 mesi dall’emissione? Decorsi diciotto mesi dall'emissione, per i voucher non usufruiti né impiegati nella prenotazione dei servizi è corrisposto, entro quattordici giorni dalla scadenza, il rimborso dell'importo versato. 9. Come potrò riscuotere/utilizzare il voucher se nel frattempo l’operatore turistico fallisce o è insolvente? La legge 77/2020 ha previsto lo stanziamento di 5 milioni di euro per il 2020 e 1 milione di euro per il 2021 per la costituzione di un fondo presso il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo che indennizzerà i consumatori titolari di voucher non utilizzati entro la scadenza qualora non vengano rimborsati dall’operatore turistico perché in stato di insolvenza o fallimento. Le modalità e i criteri di attuazione, nonché la misura dell’indennizzo saranno disciplinati in dettaglio da un successivo regolamento, da adottare entro 180 giorni dall’entrata in vigore della legge 77/2020.

Leggi altre referenze (1)

Lo studio

Luca Viapiano
Via Stalingrado 26
Bologna (BO)

Contatti:

Telefono WhatsApp Email

Per informazioni e richieste

Contatta l'Avv. Viapiano:

Contatta l'Avv. Viapiano per sottoporre il tuo caso:

Nome e cognome:
Città:
Email:
Telefono:
Descrivi la tua richiesta:
Telefono WhatsApp Email

Accetto l’informativa sulla privacy ed il trattamento dati

Telefono Email Chat
IUSTLAB

Il portale giuridico al servizio del cittadino ed in linea con il codice deontologico forense.
© Copyright IUSTLAB - Tutti i diritti riservati
Privacy e cookie policy