Avvocato Stefano Cuffaro a Palermo

Stefano Cuffaro

Avvocato Palermo e Agrigento - Diritto Condominio, Immobili, Eredità, Successioni


Informazioni generali

Solitamente la parola AVVOCATO richiama l'idea del TRIBUNALE etc., ma in realtà può aiutarti anche in problematiche quotidiane, con incarico di rappresentarti ed assisterti per evitare che piccoli ostacoli, facilmente scavalcabili oggi, diventino degli alti muri domani. Lo Studio Legale Cuffaro, con sedi in PALERMO ed AGRIGENTO, per farti risparmiare tempo e denaro nelle Procedure, è abilitato ad effettuare : - le cd. "Notifiche in proprio" - visure/indagini catastali ed immobiliari - visure camerali - dichiarazioni di successione. L'Assistenza riguarda, tra gli altri, i settori sotto indicati

Esperienza


Diritto condominiale

Tutela sia per il Condòmino, singolo od in gruppo, che al Condominio intero. Obiettivo sia risolvere situazioni di conflitto che prevenire le liti, sia all'interno del Condominio sia verso l'esterno (fornitori, altri condomini,pubblica amministrazione, etc.).


Eredità e successioni

Analisi delle conseguenze patrimoniali e personali da Successioni causa di morte e da Eredità, tutela per i chiamati o eredi od i terzi coinvolti nel fenomeno successorio e soluzione delle controversie in via stragiudiziale o giudiziale.


Diritto civile

Analizzare i diritti nascenti da contratti, obbligazioni, fatti illeciti e tutela sia in Tribunale che al di fuori delle aule giudiziarie con trattative di transazione che garantiscono la sodddisfazione dell'assistito. Prevenzione per evitare il contenzioso, strategie di convenienza economica e sociale.


Altre categorie:

Contratti, Recupero crediti, Pignoramento, Locazioni, Incapacità giuridica, Privacy e GDPR, Diritto del lavoro, Diritto di famiglia, Diritto amministrativo, Ricorso al TAR, Diritto immobiliare, Edilizia ed urbanistica, Sfratto, Diritto e sicurezza alimentare, Tutela degli animali, Diritto del turismo


Referenze

Pubblicazione legale

QUOTE CONDOMINIALI E CORONAVIRUS : SOSPESE O NECESSARIE?

Pubblicato su IUSTLAB

24 Marzo 2020. Si deve porre attenzione sia alle norme straordinarie per il contrasto all’epidemia da COVID-19 ⚠ , che anche alle norme ordinarie e generali dettate dal Codice Civile ???? ,di seguito richiamate in tre articoli. Secondo l’art. 1130, punto n.3, l’Amministratore deve “riscuotere i contributi ed erogare le spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni dell’edificio e per l’esercizio dei servizi comuni” . ???? ???? ???? ???? Tali contributi, prima di essere emessi, richiesti e riscossi dall’Amministratore sono da lui suddivisi in quote/rate che verranno approvate dall’Assemblea, secondo l’art. 1135, comma I, n.2: il più delle volte ciò si verifica preventivamente per ciascun anno, altre volte “a consuntivo”, ovvero alla fine dell’anno di gestione. Tuttavia, a partire dal 9 Marzo 2020 le Assemblee Condominiali, come tradizionalmente le conosciamo, sono vietate dalle disposizioni normative concernenti le misure di contenimento della diffusione del Coronavirus e sono consentite sono quelle che possono tenersi con “modalità a distanza”. ???? ???? Non solo: in mancanza delle norme giuridiche e tecniche per disciplinare questo nuovo tipo di assemblea in videoconferenza, le attività condominiali non possono bloccarsi. Dunque, senza l’approvazione assembleare delle spese come sopra, l’amministratore può ugualmente recuperare le risorse economiche dai condòmini ???? ❓ Inoltre, nel caso in cui le assemblee si siano regolarmente tenute tra gennaio e febbraio, nulla di particolare; cosa fare invece per i Condomini nei quali non è riuscito a far approvare i bilanci in tempo ???? ❓ Una risposta può arrivare dall’art.1133: “i provvedimenti presi dall’amministratore nell’ambito dei suoi poteri sono obbligatori per i condòmini”, dunque anche senza una delibera di approvazione,l’amministratore potrebbe ugualmente procedere all’emissione delle rate condominiali ❗ Infatti, queste sono da intendersi indispensabili per il funzionamento del Condominio, senza le quali le attività a lungo andare si bloccherebbero con danno per tutti I condomini, a volte anche difficilmente reparabile. Già la Corte di Cassazione, con una sentenza del 2009, in un caso simile evidenziava che esiste: “un principio basilare e ineliminabile per la corretta gestione del Condominio”, ovvero la possibilità per l’Amministratore “di riscuotere le quote degli oneri”. ???? ????‍⚖ Orbene, non riconoscere tale principio renderebbe impossibile la riscossione delle quote e conseguentemente la gestione del Condominio per un periodo che potrebbe allungarsi ulteriormente, non può escludersi con certezza, anche dopo il 3 Aprile, per la sospensione delle attività che comportano assembramenti. Di conseguenza, l’Amministratore può emettere le rate di competenza di questo periodo (ad es.: marzo e maggio 2020, se le rate sono bimestrali anticipate e ritenendo già espletata l’emissione di gennaio; aprile 2020, per rate trimestrali anticipate, etc. etc.), si ritiene pure aggiungendo una nota specifica per ogni ricevuta. Naturalmente, occorre rinunciare alla riscossione domiciliare cd. porta a porta: tale pratica non è mai stata ideale ed opportuna, ed a maggior ragione con tutti I rischi del periodo che stiamo vivendo sarebbe opportuno accantonarla ???? Piuttosto, si può far di necessità virtù e sfruttare gli strumenti alternativi: bonifici, bollettini postali e MAV ???? La collaborazione di tutti è fondamentale per limitare I danni di questo periodo anche nel Condominio e ripartire al più presto con nuove pratiche virtuose.

Intervista pubblica

"Eredità e lasciti, tra beni mobili ed immobili"

Radio Regione - 7/2021

Si è affrontato l'argomento molto complesso delle successioni ereditarie in una chiave pratica, accennando i metodi di gestione del patrimonio mobiliare ed immobiliare del defunto.

Intervista pubblica

" La Tutela dei Lavoratori Autonomi al tempo del Covid-19"

Radio News 24 - 12/2020

Viene chiarito il concetto di Lavoratore Autonomo, spesso confuso dai mezzi di informazione e nella conoscenza comune; inoltre si evidenziano le misure adottate dal Governo per queste categorie di lavoratori e le ragioni di insoddisfazione per le stesse, dalle loro origini nel passato a soluzioni nel futuro prossimo.

Leggi altre referenze (7)

Lo studio

Stefano Cuffaro
Piazza Generale E. Turba, 82
Palermo (PA)

Contatti:

Telefono WhatsApp Email

Per informazioni e richieste

Contatta l'Avv. Cuffaro:

Contatta l'Avv. Cuffaro per sottoporre il tuo caso:

Nome e cognome:
Città:
Email:
Telefono:
Descrivi la tua richiesta:
Telefono WhatsApp Email

Accetto l’informativa sulla privacy ed il trattamento dati

Telefono Email Chat
IUSTLAB

Il portale giuridico al servizio del cittadino ed in linea con il codice deontologico forense.
© Copyright IUSTLAB - Tutti i diritti riservati
Privacy e cookie policy